31 Lug

A luglio 2018 su Google Chrome siti non HTTPS saranno indicati come Non sicuri

Google ha annunciato che da fine luglio 2018 Chrome segnalerà agli utenti se un sito non è sicuro. Non stiamo parlando solo di siti normali blog ma anche e-commerce e quelli istituzionali-
Ad oggi i siti criptati, quindi quelli HTTPS, vengono visualizzati con il lucchetto in verde e la scritta “Sicuro”. Quindi i siti web senza certificati verranno visualizzati come non sicuri in più non sarà possibile memorizzare le proprie password su siti privi di certificati

La richiesta del passaggio ad HTTPS è legata all’esigenza di rendere sicuri i dati inseriti dagli utenti sui siti.

Oltre il 50% dei browser Internet in tutto il mondo sono Chrome, ciò significa che questo cambiamento potrebbe avere un impatto significativo sugli editori web. Evidenziare che un sito non è sicuro potrebbe causare l’abbandono di un sito da parte di alcuni visitatori, con conseguenze aumento della frequenza di rimbalzo.

Google Chrome avverte gli utenti sulle pagine non sicure.

Nella barra degli indirizzi di Chrome verrà visualizzato un avviso, a indicare che un sito Web non protetto è “Non protetto”.

L’annuncio di Google ha come obiettivo quello di invogliare gli editori web al passaggio all’HTTPS. Infatti, un utente che vedesse un avviso di sito “non sicuro” potrebbe decidere di abbandonare il sito.

HTTPS e sicurezza

La crittografia HTTPS permette di proteggere la navigazione dell’utente e di evitare che altri possano manomettere il traffico o spiare i dati della propria navigazione. Senza tale crittografia chiunque potrebbe intercettare le informazioni scambiate con il sito web oppure iniettare malware sulle pagine.

Il passaggio da HTTP a HTTPS richiede il rilascio di un certificato SSL (Secure Sockets Layer) da installare sul server in cui risiede il sito. noi usiamo quelllo gratuito di Let’s Encrypt ma su richiesta del cliente possiamo dotare il sito di un certificato personalizzato da un ente

 

related posts

LEAVE A COMMENT

2 + tredici =